Al via la “campagna acquisti”. Solazzo getta la spugna: «me ne vado». E lascia Miccoli

Non lo dice ma lo lascia intendere. Solazzo abbandona Miccoli e correrà con Marra. I mal di pancia non sono recenti ma ora sono ufficiali.

"Alla vigilia delle elezioni comunali - scrive Mino Solazzo in una nota - del nostro paese, mi candidai alla competizione elettorale. Sposare un progetto innovativo che, doveva rappresentare il cambiamento, era entusiasmante. Cambiamento che, ancora oggi, mi domando quale sia. Le aspettative erano alte, puntavamo ad una squadra fatta di giovani, gli stessi giovani che però, ahimè non ho mai visto per strada tra la gente. Una compagine di uomini e donne che volevano bene alla cosa pubblica, gli stessi uomini e donne che oggi vedo demoralizzati e troppo lontani da quello che era l'obiettivo iniziale".
"Privo di esperienza politica - continua il consigliere dell'attuale maggioranza - ero quindi arrivato per caso ad entrare nell’agone politico. Rispetto alle più rosee aspettative, oggi a distanza di quasi 3 anni di esperienza amministrativa, mi sento assalito da una viva sensazione di inutilità e di fallimento. Non sono riuscito ad essere incisivo e mettere a frutto il cambiamento, quel famoso cambiamento".
"Ecco perché le esperienze fatte - conclude Solazzo - la conoscenza di uomini e situazioni mi inducono a compiere una scelta responsabile nel senso della discontinuità. Vado via per scelta, da una situazione che non mi stimola più. Peró sento il dovere e lo stimolo giusto per partire di nuovo all'insegna del fare e con delle persone che oggi sento più giuste. Cambio e volto pagina...".
Così la campagna elettorale entra nel vivo. Probabilmente Solazzo non sarà il solo a fare armi e bagagli e passare sull'altra sponda. Staremo a vedere.