Gli “Arangara” in concerto a Squinzano, ricordando Nicola Arigliano

Si terrà sabato 2 dicembre 2017, il concerto degli “Arangara”, fissato per le ore 20.30, presso il Laboratorio Urbano di via Cellino 77 a Squinzano.

La serata è organizzata dall’Associazione Culturale “Civilia” con il patrocinio del Comune di Squinzano. Il gruppo musicale, nato nel 2005, inizialmente prodotto da Francesco Guccini e, attualmente, dalla casa discografica Sony, propone un concerto composto da musiche e testi entrambi ottenuti da un’attenta ricerca mirata ad esplorare nuove frontiere lessico-sonore. Saranno protagonisti sette musicisti: Gianfranco Riccelli (fondatore del gruppo, voce, chitarra acustica, mandolino e armonica), Filippo Scicchitano (basso e contrabbasso), Tony Turrà (batteria), Maurizio De Paola (pianoforte e tastiere), Celeste Iiritano (voce e percussioni), Ciccio Vescio (chitarra acustica), Giovanni Romeo (chitarra elettrica). Durante la serata saranno presenti l’artista salentino Mino De Santis e Franco Arigliano, al fine di ricordare il grande musicista squinzanese Nicola Arigliano al quale il gruppo dedicherà uno tra i suoi brani più rinomati. L’ultimo lavoro degli Arangara dal titolo “Indietro non ci torno” (gennaio 2016) edito dalla Arti-Cramps by Sony, anche con testi inediti di Bertoli, Barillà, Lolli e Tropea, rappresenta una chiave di svolta di questa formazione che, da gruppo, diventa progetto solista pur conservando i componenti storici e il nome. Gianfranco Riccelli si pone come obiettivo della sua musica un elemento unico ma importantissimo: “cercare di dare emozioni” partendo dalle radici del Sud (Calabria) e “sconfinando” tra realtà e illusione. L’iniziativa di questo importante appuntamento è sostenuta dall’Associazione Culturale “Civilia” la quale ha istituito il “Premio Civilia - cultura, parole e musica”, premio alla canzone d’autore, con l’intenzione di conoscere e coinvolgere artisti che hanno ricoperto un ruolo nel panorama musicale legato al mondo della “produzione” d’autore. Il riconoscimento, itinerante nel Salento, mira a realizzare una situazione “compartecipativa” con l’ospite invitato; pertanto la serata di premiazione risulta articolata in una prima fase con l’esecuzione di uno spettacolo ideato ed interpretato da artisti locali in cui l’ospite “offre” un piccolo contributo all’interno di tale prodotto, ed una seconda parte con la cerimonia del conferimento del premio ed un momento musicale dell’artista premiato.