"Un giorno la felicità s'innamorò di me" di Gianluigi Mazzotta, un inno ad avere cura di sè

Squinzano. Per Gianluigi Mazzotta il "bisogno" di scrivere passa necessariamente dal desiderio di cogliere la felicità e offrirla agli altri. Nasce così Un giorno la felicità s'innamoro di me

"Negli ultimi anni ho iniziato un percorso che non sapevo dove avrebbe portato. Ad un certo punto della strada ho incontrato voi. Ed ho iniziato a scrivere. Questo libro non è altro che il mio diario personale, una raccolta di tutti i miei pensieri e gli aforismi che ho iniziato a scrivere quattro anni fa per sfogo. Un giorno mi venne detto che con le mie parole avrei potuto aiutare tante persone ... Da quel giorno è cambiata la mia vita."

Quale migliore introduzione, se non questa, realizzata dallo stesso autore Gianluigi Mazzotta, per presentare il suo “Un giorno la felicità s’innamorò di me”? Il giovane squinzanese, che risiede e lavora a Milano (Tg Squinzano ve lo ha fatto conoscere meglio in questa intervista) ha realizzato un piccolo grande sogno pubblicando, o meglio, autopubblicando, una sua raccolta di aforismi e pensieri più e meno brevi, tramite Rotomail Italia Spa, società che stampa per Feltrinelli, Mondadori, De Agostini, e tanti altri nomi importanti.

Da dove giunge il desiderio, ora fattosi realtà, di pubblicare? Gianluigi non ha dubbi: “Inizialmente pensavo di pubblicare un romanzo, ma il particolare periodo vissuto, nonché gli anni passati a scrivere, mi hanno spinto a dare vita dapprima a una raccolta che potesse portare avanti il cammino intrapreso su Instagram, e quindi in ambito social, racchiudendo aforismi, pensieri brevi e via via più lunghi. Anche tale ‘progresso’ rappresenta il mio excursus personale, fatto di alti e bassi, sino alla conquista di un’importante consapevolezza: ho voglia di fare proprio questo nella vita”.

L’autore crede tantissimo in tale progetto per svariate ragioni, e lo testimoniano anche le sue scelte: “Per poter dedicare più energie e attenzioni alla pubblicazione di Un giorno la felicità s’innamorò di me ho voluto ritagliarmi più spazio e tempo. Credo fermamente in ciò che ho fatto e sto facendo, per me è un modo per ringraziare di cuore chi mi ha sempre seguito con affetto, sui social e non solo, chi apprezza quel che scrivo, chi si interessa ai miei progetti. E poi è un sogno a più mani e menti, dal momento che mi hanno dato un grande e prezioso aiuto ragazzi come me, che hanno voglia di farsi conoscere attraverso le loro passioni. A tal proposito ringrazio Alice Ravezzani che ha curato la grafica, Eleonora Carluccio, squinzanese anche lei, che ha realizzato lo scatto in copertina e gli scatti all’interno del libro, Mariangela Maggiore che ha curato l’evento-presentazione di Milano e la comunicazione, e mio fratello Riccardo, che mi ha aiutato nella lettura e nella revisione dell’opera."

Con tutto questo entusiasmo, come non permettere alla felicità di innamorarsi? E proprio nel titolo in tanti possono rispecchiarsi, nonché negli elementi-chiave dell’immagine in copertina… “Il titolo credo che vada a rappresentare al meglio ciò che ho vissuto. Dopo un periodo neutro la felicità si è fatta avanti. Un giorno la felicità s’innamorò di me, proprio questa frase, è diventata un tatuaggio per una ragazza che mi segue. È stato un qualcosa che mi ha reso felice, mi ha emozionato. Mentre, il mio tatuaggio Abbi Cura di Te è ben visibile in copertina, assieme al cuore di carta stropicciato, ricco di versi, che tengo tra le mani. Anche questa immagine rappresenta molto il mio diario e pure il mio modo di intendere ogni traguardo o meta: per realizzare i propri sogni occorre tentare, osare, darsi da fare. Solo così la felicità potrà bussare, un giorno, alla nostra porta.

Il diario in questione, a breve in vendita su Amazon in versione e-book e distribuito in cartaceo all’evento milanese e in seguito in altri, si compone di tre ‘capitoli’: Quel bene che fa stare bene, incentrato sulla vita e dunque su una serie di input motivazionali; Diverso da tutto il resto, dedicato all’amore; Stammi bene, specchio del percorso più intimo dell’autore.

Il primo appuntamento ufficiale con Un giorno la felicità s’innamorò di me è previsto per la serata di domenica 23 luglio, in centro a Milano, presso il Bar Cuore, il cui staff si è dimostrato sin da subito attratto dal progetto del giovane, manifestando reale interesse per l’iniziativa.

Questo è solo lo step d’inizio di tutto quello che Gianluigi vorrebbe fare col suo libro d’esordio, senza tralasciare minimamente altri progetti già in corso o ultimati, quali il romanzo in cantiere, la stesura di un testo da destinare a una canzone (che spera possa quanto prima essere interpretata da un grande artista) e la realizzazione di un videoclip. Work in progress … stay tuned!