Accompagna la piccola alla “Montessori” e l'auto va a fuoco. A scuola estintori vuoti

Una mattina d'autunno come tante altre ha rischiato di trasformarsi in una tragedia per le numerose persone radunate all'entrata della scuola dell’infanzia “M. Montessori” di Squinzano.

Bambini dai 3 ai 6 anni, mamme, nonne e insegnanti, aspettavano che si chiudessero i cancelli dell'istituto scolastico, per dare inizio al regolare svolgimento delle lezioni, ma proprio qualche attimo prima la situazione è degenerata. La macchina di una nonna che aveva accompagnato la nipotina a scuola, una vecchia Fiat Punto degli anni '90, avrebbe preso fuoco, presumibilmente a causa di un corto circuito. Il panico si è diffuso tra i presenti, facendo temere gravi conseguenze e danni ingenti; genitori e passanti si sono improvvisati 'vigili del fuoco', e avrebbero pensato di utilizzare gli estintori presenti all'interno dell'istituto. Ma qui, un'amara ed inaspettata sorpresa: sembrerebbe, infatti, che le quattro apparecchiature mobili destinate allo spegnimento del fuoco in caso di incendi a scuola, non fossero funzionanti. Una situazione che ha lasciato senza parole i genitori dei piccoli alunni della 'Montessori', che però, in quei momenti concitati, hanno continuato a fare qualcosa per spegnere le fiamme che avvolgevano la Fiat Punto. Dopo ulteriori tentativi e l'utilizzo dell'estintore di un bar vicino, sono giunti sul posto i Vigili del Fuoco, che hanno spento il rogo, fortunatamente prima che questo potesse espandersi ulteriormente. La vettura della donna è adesso inutilizzabile, ma nessun danno a cose o persone sarebbe stato registrato. Sul posto è intervenuta anche la Polizia locale e una pattuglia dei Carabinieri della stazione di Squinzano, guidata dal maresciallo Giovanni Delli Santi.

Questa mattina, mercoledì 4 ottobre 2017, si può raccontare, con soddisfazione, che questo brutto episodio ha avuto un lieto fine, ma non si può certo dire di essere tranquilli, al pensiero che gli estintori di una scuola, a quanto pare, non siano funzionanti.