La truffa dello specchietto: tentativo di raggiro ai danni di uno squinzanese

È una delle truffe più utilizzate sulla strada per spillare soldi agli automobilisti, quella “dello specchietto”, un vecchio trucco purtroppo ancora in voga.

È successo proprio questa mattina a Squinzano, infatti, un caso simile, nella centrale via Cavour, dove due ragazzi, un maschio ed una femmina, hanno tentato di truffare un giovane del posto, E.U., di 32 anni. Sempre seguendo la classica modalità, la coppia, a bordo di una Volkswagen nera, la cui targa inizia per EX 292, si è avvicinata all'auto del giovane squinzanese, producendo un forte rumore, come di un colpo secco, per fargli credere di aver urtato involontariamente lo specchietto della loro vettura. Specchietto naturalmente già rotto al loro arrivo, trattandosi di una vera e propria truffa. Una volta sceso dalla macchina, il truffatore si è avvicinato al 32enne, chiedendogli dei soldi per riparare il danno, ma il ragazzo, senza farsi prendere dal panico, con prontezza, grande lucidità e rendendosi probabilmente conto della cattiva fede dei due, ha risposto che avrebbe chiamato la Polizia Locale per risolvere la questione. Con queste parole, lo squinzanese è riuscito a mettere in fuga la coppia di malviventi, che ora si spera venga rintracciata per evitare che qualcun altro possa incontrarli sulla loro strada.