"La Casa dei Saggi", una nuova realtà sociale e culturale

Squinzano. Sabato 6 gennaio "La Casa dei Saggi", nuovo centro di Residenza per Anziani, è stata inaugurata con entusiasmo, partecipazione e spirito di condivisione. 

Con sede all'ex Astor, in Vicolo Pizziccare n. 6, la RSA (Residenza Sociale Assistenziale) in questione è frutto del lavoro e dell'iniziativa della Cooperativa Sociale "Le Querce", nata un anno fa, che ha già all'attivo il gruppo appartamento di via Montegrappa, anch'esso rivolto alle persone anziane. Essa non manca certo di idee e obiettivi per il presente e per il futuro: in primis desidera proseguire al meglio con queste due strutture e l'inaugurazione de "La casa dei saggi", che ha lasciato ben trasparire la grande voglia di fare dell'intero staff, lo testimonia. 

I "saggi" ospitati nel neonato centro sono ventiquattro, circondati dall'affetto, dalle cure e dal calore degli oltre venti addetti ai lavori, tra oss, ausiliari e figure affini, sapientemente guidati dal Presidente della cooperativa Fabio Storelli e dal direttore del centro Ettore De Giorgi

Alla serata di apertura al pubblico hanno partecipato parenti e amici delle persone ospitate e dello staff, nonché le autorità. Tra queste il Sindaco Mino Miccoli che ha evidenziato le svariate sfaccettature della nuova avventura di Storelli e De Giorgi: "Questa non è solo un'iniziativa imprenditoriale, ma anche culturale e sociale, perché si prende cura di coloro che sono avanti con gli anni. Quando una comunità, attraverso un'impresa, riesce in tale intento, offre qualcosa di positivo anche per l'amministrazione. Qui si respira l'aria giusta, si vede serenità, e pure nel modo di fare degli operatori, mediante piccoli ma significativi gesti, ho potuto notare la grande armonia nella collaborazione tra struttura, dipendenti e persone ospitate. Ettore ha dimostrato passione e amore anche durante la trafila burocratica perché occorre necessariamente ammettere che purtroppo la burocrazia è assai lenta rispetto al ritmo di queste e altre iniziative". 

Piene di entusiasmo le parole del direttore Ettore De Giorgi: "E' un sogno che inseguivo e che adesso ho realizzato. Ringrazio con tutto il cuore una serie di persone, partendo dal mio socio, il dott. Fabio Storelli, che con determinazione ha investito in questo progetto, prendendomi per mano. Dico grazie ai miei genitori, che purtroppo non sono più con noi, ma sono stati proprio loro a trasmettermi la passione verso tale mondo. Mi prendo cura di coloro che ospitiamo come fossero i miei genitori. Grazie a tutti i collaboratori, per i quali vorrei essere un maestro per quanto concerne la forma professionale, al fine di migliorarci insieme. E grazie a Eugenio Quarta, che dà una notevole mano affinché le varie attività vengano svolte al meglio". 

Nell'aspetto sociale, sottolineato dal primo cittadino di Squinzano, andrebbe inserita anche la componente occupazionale: senza dubbio questa nuova realtà sta consentendo a diverse persone di lavorare e crescere professionalmente nell'ambito che più amano. 

 

 

 

foto di Giuseppe Bello Roma