Assegnazione borse di studio per l'a.s. 2017/2018: c'è tempo fino a martedì per le domande

L'erogazione delle borse di studio 2017/2018, il cui bando attua la legge n. 107 del 13 luglio 2015 (Buona Scuola), ha come principale scopo quello di contrastare la dispersione scolastica.

Il Ministero dell'istruzione, dell'Università e della Ricerca, infatti, ha istituito un Fondo unico per il welfare dello studente e per il diritto allo studio, a favore di studenti frequentanti istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado, statali e paritarie, residenti sul territorio regionale e in possesso dei requisiti richiesti. Può avere diritto alla borsa di studio, infatti, chi ha un una Situazione Economica Equivalente (ISEE), non superiore ai 10.632,94 euro, mentre la dotazione finanziaria assegnata alla Regione Puglia è di 2.758.250,47 euro. Si può presentare domanda fino alle 23.59 del 13 marzo 2018, accedendo al sistema online al seguente indirizzo Internet: www.dirittoallostudiopuglia.it, specificando generalità del richiedente (uno dei genitori o chi rappresenta il minore, e lo stesso studente se maggiorenne), residenza anagrafica, generalità dello studente, tipologia di scuola frequentata e indirizzo di studio, denominazione dell'istituzione scolastica di secondo grado frequentata nell'anno scolastico 2017/2018, classe e sezione frequentata dallo studente, l'indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE). I richiedenti, che potranno anche essere soggetti a dei controlli da parte della Guardia di Finanza, al momento della registrazione sull'applicativo, dovranno fornire codice fiscale, un indirizzo e-mail, il numero di protocollo INPS dell'attestazione ISEE, una copia del documento di riconoscimento del dichiarante.

L'importo della borsa di studio è determinata nella misura di 200 euro. Ulteriori informazioni si potranno trovare sul sito Internet sopra menzionato.