Don Luigi Ciotti a Squinzano, un incontro per sottolineare la lotta contro le mafie

 

La comunità di Squinzano accoglierà questa sera, giovedì 8 marzo 2018, nel giorno dedicato alle donne, Don Pio Luigi Ciotti, sacerdote instancabile e molto attivo nel sociale.

Il presbitero, fondatore e Presidente nazionale di Libera, associazione di promozione sociale impegnata nella lotta contro la criminalità organizzata e le mafie, sarà nel Salento per un doppio appuntamento, che lo vedrà prima impegnato ad incontrare gli studenti nel Rettorato dell'Università del Salento, a Lecce, e alle 19, invece, sarà a Squinzano, in un incontro organizzato da 'Libera', in collaborazione con gli oratori diocesani, il Dipartimento di Storia, Società e Studi sull'Uomo e il Dipartimento di Studi Giuridici dell'Università del Salento. L'uomo sarà accolto da famiglie e ragazzi, dalle autorità cittadine e dal Prefetto, presso il Centro Sportivo confiscato “San Vito”, in via Goldoni a Squinzano, in un incontro propedeutico all'evento del 21 marzo prossimo a Foggia, data in cui si celebra la XXIII Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo di tutte le vittime innocenti delle mafie.

È cruciale la necessità di non far svanire il ricordo di chi è stato ucciso, ma è altrettanto importante ricordare e stare vicino a chi rimane: le famiglie delle vittime, madri, padri, sorelle, fratelli, mogli o compagni”- dichiara Don Luigi Ciotti, che queste sera a Squinzano coinvolgerà i cittadini con le sue parole di fede, coraggio e altruismo, ripetendo ancora una volta che: “La memoria è quando si rivitalizza la pianta della vita e torna a essere fertile. Questo è fondamentale per rafforzare il proprio impegno e dare il proprio contributo”.